Google My Business: come funziona e quali sono i vantaggi SEO

Di admin News Nessun commento su Google My Business: come funziona e quali sono i vantaggi SEO

Dal suo arrivo nel 2014, il servizio Google My Business ha rivoluzionato completamente la promozione delle attività fisiche nel digitale, evolvendo il vecchio Google Places e imponendosi come riferimento per l’ottimizzazione della SEO locale, la quale fino ad allora faticava a offrire risultati in SERP adeguati per questo intento di ricerca, che Google da qualche tempo ha rinominato come “Visit in person”.

Ciò che offre Google My Business è la gestione di una scheda profilo che si posiziona su Google Maps all’indirizzo della propria attività e che permette sia di essere rintracciati facilmente tramite la ricerca del nome (ricerche dirette), sia di proporsi come risposta a ricerche di tipo discovery, ovvero collegate a una categoria di prodotti o servizi, oppure brand-related.

Ma oltre al permettere di farsi trovare dagli utenti, una scheda My Business può essere sfruttata per comunicare una serie di informazioni sulla propria attività con grande efficacia, tra cui in primo luogo i recapiti telefonici, gli orari dell’attività e le chiusure festive.

Come attivare una scheda Google My Business

Come ogni servizio di Google, il presupposto è il disporre di un account, a cui Google My Business chiede di accedere. Seguendo pochi passaggi, si arriva alla fase in cui si può aggiungere la propria attività, e qui è fondamentale essere il più possibile precisi con l’inserimento delle informazioni essenziali, perché oltre a collocare correttamente il profilo su Google Maps, queste saranno essenziali per essere trovati correttamente dagli utenti. 

L’attivazione del servizio è completamente gratuita.

Una volta creata la scheda, potrebbe necessitarsi l’inserimento di un codice di verifica. In questo caso Google mette a disposizione più metodi di verifica: telefono, email, posta, verifica immediata oppure collettiva. Una volta verificata la proprietà, sarà possibile accedere a tutte le opportunità offerte dal servizio.

Come ottimizzare la scheda

Dopo aver inserito le informazioni essenziali e aver reso il profilo attivo a tutti gli effetti, ci sono molte opportunità per renderlo più competitivo, tenendo conto come regola generale che più viene posta cura all’aggiornamento delle informazioni e più si utilizzano i servizi resi disponibili da Google My Business, più Google potrebbe premiare il profilo in termini di visibilità. 

Il primo passo è quello di compilare una descrizione il più accurata possibile del servizio offerto, con attenzione alle specificità che potrebbero essere cercate dagli utenti: si pensi ad esempio all’importanza per una pizzeria di menzionare la possibilità di scegliere un impasto senza glutine, che espande il target di potenziali clienti soddisfacendo una ricerca più specifica.

Anche l’inserimento di foto da parte del proprietario consente di raccontare meglio l’attività, e in particolare si consiglia di sfruttare tutte le seguenti:

  • foto di copertina;
  • foto profilo;
  • foto degli esterni;
  • foto degli interni;
  • foto dei prodotti.

Si tenga conto che anche gli utenti possono inserire foto, pertanto è buona norma controllare periodicamente la presenza di contenuti non pertinenti.

A seconda poi della categoria di attività vi sono una serie di possibilità specifiche, quali la selezione di determinati servizi, o attributi inerenti all’accessibilità per i diversamente abili, al tipo di frequentazione, alla questione salute e sicurezza, alle modalità di pagamento e altro ancora.

In merito alle specificità per categoria, le attività di ristorazione possono inserire ad esempio i propri menu, così come la possibilità di gestire prenotazioni automatiche integrando servizi quali TheFork e Quandoo.

Vi è poi la possibilità di caricare i prodotti venduti, che si rende utile ad esempio per presentare i progetti di uno showroom di arredo, ed eventualmente mostrare anche il prezzo.

Posting

Dal momento che abbiamo detto che una scheda My Business beneficia anche di un aggiornamento periodico, ecco che i post costituiscono un’ottima risorsa in tal senso. È possibile quindi creare offerte, comunicare novità e impostare eventi. Soluzioni che incrementano l’interazione degli utenti e contribuiscono a un migliore ranking del profilo.

Messaggi e recensioni

Nelle attività continuative si deve prevedere anche la risposta ai messaggi da parte degli utenti e alle loro recensioni; queste ultime in particolar modo hanno un ruolo chiave, dal momento che influenzano in modo significativo, oltre al ranking SEO, anche la popolarità dell’attività agli occhi degli utenti. Inutile dire che nel rispondere alle recensioni è bene avere un tono di voce professionale e mai sgarbato, anche nei confronti di quelle che danno l’impressione di essere state redatte con il solo scopo di danneggiare l’attività a priori e non basandosi su di un’esperienza personale con la stessa.

Quali sono i criteri di Google per la SEO locale

In base a quanto detto finora, i criteri che si evincono come validi per essere premiati sono essenzialmente tre: pertinenza con i risultati di ricerca, distanza dell’attività con la geolocalizzazione del dispositivo dell’utente ed evidenza che l’attività ha acquisito con l’ottimizzazione delle proprie informazioni.

Un ulteriore fattore per risultare maggiormente competitivi è quello di investire in inserzioni a pagamento, le quali scaleranno i risultati tra quelli proposti all’interno di Google Maps.

Google My Business e sito web

Verrebbe da chiedersi se ad oggi le schede Google My Business abbiano reso obsoleti i tradizionali siti web per browser. La risposta è errata, dal momento che un sito web personalizzato è ancora la migliore soluzione per raccontare al meglio la propria attività. E anzi, è più corretto dire che il miglior modo per incrementare la visibilità sul web di un’attività locale è quello di avere entrambe le cose, perché queste sono strettamente correlate per la SEO locale, e offrono possibilità combinate altrimenti non disponibili con uno solo dei due servizi.

LU3G può offrirvi consulenza per la migliore gestione della SEO locale, aiutandovi nella gestione di una scheda My Business e nella realizzazione di un sito web, oltre a proporvi strategie SEO per il locale e per ambiti più estesi.

Maggiori informazioni? Contattateci!

  • Condividi: